martedì 23 ottobre 2018

Dall’Italia a Macao passando per Las Vegas: la vera storia del baccarat

Data Pubblicazione gennaio 11, 2018

 

Esistono giochi leggendari perché entrati nell’immaginario collettivo grazie a film cult che ne hanno decretato per sempre il successo. Basti pensare alle celebri pellicole del cinema hollywoodiano e al poker dove personaggi decisi a sfidare se stessi e gli altri si riuniscono in epiche partite, oppure ai cervelloni del MIT alle prese con il blackjack. Entrambi questi giochi da casinò possono vantare scene memorabili, ma il Baccarat vanta addirittura un’origine mitica che si perde nel passato più misterioso dell’Italia antica.

L’unica cosa certa in questa storia è che è difficile determinarne l’origine, ma sembra proprio che il baccarat risalga all’epoca etrusca come parte di un rituale che impiegava un dado a nove facce (numero magico). Le regole erano di certo molto diverse dalle regole del baccarat come le conosciamo oggi, ma il fascino di questo gioco non ha perso il suo smalto nel corso dei secoli.

Nell’Italia medievale il gioco incontra la sua prima grande affermazione e proprio in questo periodo prende il nome di baccarà, parola italiana che indicava lo zero: il valore appunto delle figure e dei numeri 10 secondo le regole del gioco. Dall’Italia del ‘400 il baccarà fa la sua comparsa nei salotti della nobiltà europea cambiando nomi e regole a seconda del Paese in cui si diffonde. In Francia ebbe una sua formalizzazione grazie all’intervento di un appassionato giocatore dell’epoca, Felix Falguiere che si rifece all’antica tradizione etrusca del gioco. La versione francese del baccarat sarebbe poi divenuta famosa e conosciuta in tutto il mondo come Chemin de Fer, mentre Shemmy è la sua versione inglese.

Da una parte all’altra dell’Oceano e il gioco si diffonde dapprima nell’America del Sud e solo nella seconda metà del Novecento negli Stati Uniti, grazie soprattutto al fiuto imprenditoriale di Tommy Renzoni, proprietario di un casinò terrestre a Las Vegas che propose negli anni ‘50 una fusione tra lo Chemin de Fer e il baccarat europeo.

In questa storia non manca ovviamente il percorso che il baccarat ha compiuto nell’epoca digitale visto che è stato uno dei primi giochi da casinò ad essere proposto online. Le nuove possibilità offerte dallo streaming e dalla diretta live hanno poi spinto un leader del gioco online come PokerStars Casino ad offrire ai suoi utenti esperienze di questo gioco leggendario ancora più coinvolgenti con carte vere distribuite da dealer in carne e ossa. Le caratteristiche che ne hanno determinato il successo online sono le stesse che hanno permesso al baccarat di essere conosciuto e apprezzato in tutto il mondo nel corso della sua lunga storia: la semplicità delle sue regole e la rapidità di svolgimento.

Un discorso a parte merita la sua diffusione in Asia e in particolare a Macao.

È nella ex colonia portoghese che infatti alcuni ritengono abbia avuto origine il gioco, poi diffusosi in Europa. E infatti il baccarat ha contribuito non poco a fare di Macao una delle capitali del gioco a livello mondiale, contendendo il primato fino ad oggi inattaccabile di Las Vegas. I giocatori asiatici sono grandi appassionati del baccarat e come tali vantano anche loro un primato rispetto alle sue origini, ma quale sia la verità il baccarat continua ancora oggi ad appassionare i giocatori così come accadeva secoli fa.

Tags:

BONUS SENZA DEPOSITO 25€



Più Letti

Roulette Online