martedì 12 dicembre 2017

Blackjack, tutto nasce da un bonus

Data Pubblicazione gennaio 7, 2013

La storia del Blackjack non ha un vero e proprio punto di inizio. Gli studiosi del gioco ritengono che il blackjack sia una probabile combinazione dell’evoluzione di due giochi di origine europea di grande successo. Il Ving-et-Un francese, e l’italiano Sette e Mezzo. Esistono poi dei legami con il baccarat e il gioco spagnolo Uno e Mezzo, ma sono meno espliciti. Se l’origine del blackjack non è chiara, è invece evidente quanto questo gioco sia ancora popolare. Grazie ai casino online infatti è possibile scoprire nuove varianti di Blackjack senza dover uscire di casa.

Il gioco che sembra assomigliare più esplicitamente al blackjack è il gioco francese di Vingt-et-Un. Molto popolare nel corso del 18° secolo, abbiamo testimonianza del gioco anche perché fu uno dei passatempi preferiti di Napoleone e venne in seguito citato nel romanzo Jane Eyre di Charlotte Bonte.Benché Vingt-et-Un sia molto simile al blackjack, alcune differenze meritano di essere segnalate. La prima è legata al momento in cui i giocatori puntano sulla mano. A differenza di quanto avviene nel blackjack, a Vingt-et-Uni giocatori possono puntare solo dopo la distribuzione della mano. Una seconda differenza è data dal fatto che a Vingt-et-Un solo il croupier può raddoppiare, mentre a blackjack tutti i giocatori ne hanno capacità.

Il secondo gioco che presenta alcune analogie con il blackjack è Sette e Mezzo. Come dice il nome, l’evidenteobiettivo del gioco era quello di ottenere il punteggio di sette e mezzo, e non superarlo. La partita veniva giocata con con i sette e le carte superiori, ma senza le carte di valore 10. Ogni carta con numero valeva 1 punto, mentre le carte con figure avevano come valore 0,5 di punto. Inoltre, gli studiosi ritengono che il popolare termine ‘sballare’ tipico del blackjack sia stato usato per la prima volta a Sette e Mezzo. Quando uno dei giocatori superava 7,5 punti ‘sballava’.

Negli Stati Uniti il blackjack arrivò nel 19° secolo. Per aumentarne la popolarità del gioco, le sale da gioco decisero di dare un bonus aggiuntivo ai giocatori con una predeterminata mano. Il gioco acquistò in questo modo il nome di “Blackjack”. Ad esempio, quando un giocatore aveva iun mano il Jack e l’Asso di Picche, riceveva un bonus. Nel corso degli anni il nome è rimasto, la popolarità del blackjack è cresciuta a dismisura ma il bonus non è più in uso.

Leggi anche www.casino1.it

 

Commenti ( 0)

Comments are closed.
SNAI CASINO

tb_it_david_300x250

Più Letti



Roulette Online

Segreti per vincere

Guide Giochi